Piquadro chiude bene l’anno e vola in Borsa

Piquadro ha archiviato i primi 9 mesi dell’esercizio 2013/14 con un fatturato pari a 45,3 milioni, in aumento dell’11,9% rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio. Nel terzo trimestre i ricavi hanno registrato una crescita del 17,7%. A determinare l’incremento del fatturato è stata la crescita dei canali dos e wholesale. Per quest’ultimo, che al 31 dicembre 2013 rappresentava il 64,1% del fatturato totale del gruppo, le vendite sono aumentate del 9,3%, trainate dai mercati esteri (+29,5%), mentre i ricavi registrati nel canale di vendita diretta sono risultati in crescita del 16,8% rispetto all’analogo periodo 2012/13. Dal punto di vista geografico, i ricavi del gruppo al 31 dicembre 2013 evidenziano un incremento dell’8,7% delle vendite sul mercato italiano, che assorbe una percentuale ancora importante del fatturato totale (70,8%), grazie anche all’apertura di sette punti vendita diretti e di due negozi in franchising. “I risultati dei primi nove mesi confermano i segnali di crescita del primo semestre e attestano la validità delle strategie intraprese, consentendoci di guardare al futuro con fiducia”, ha commentato Marco Palmieri, presidente e amministratore delegato di Piquadro, il cui titolo in Borsa ha toccato ieri quota 1,97 euro, in rialzo del 7,65%. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati