Piquadro: utili dimezzati e ricavi in flessione

La crisi del mercato italiano si abbatte sui conti di Piquadro, che continua comunque a puntare a una maggiore internazionalizzazione. Il brand pellettiero specializzato in articoli da viaggio e per il business ha chiuso l’esercizio con un utile netto di 3,2 milioni di euro, più che dimezzato rispetto ai 7,8 milioni dell’anno precedente, mentre l’ebitda scende a 7,9 milioni rispetto ai 14,2 dello stesso periodo 2012. Giù anche i ricavi (-12,7%), attestatisi a 56,3 milioni. Nonostante tutto, l’andamento delle vendite dei negozi a gestione diretta (sia per quanto riguarda l’esercizio 2012/2013 sia per i primi due mesi dell’esercizio 2013/2014, in Italia e all’estero) conforta il management sulla bontà della strategia di sviluppo avviata, imperniata sull’apertura di negozi nell’ottica di migliorare e riorganizzare la distribuzione. “I risultati dell’esercizio risentono della difficile situazione del mercato italiano e dei forti investimenti volti a incrementare le vendite all’estero”, ha commentato Marco Palmieri, presidente di Piquadro. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati