Rabeanco, brand cinese di pelletteria, punta sulla California

Rabeanco sbarca in California. L’azienda cinese di pelletteria ha aperto a Santa Anita (elegante distretto di Los Angeles) il primo negozio nordamericano, il secondo è pronto per l’inaugurazione a Beverly Hills e il terzo aprirà i battenti a novembre a Santa Clara. L’area di ciascun punto vendita è di circa 150 metri quadrati. Fondata negli Anni Ottanta da un esperto italiano di pelletteria, Guy Fibigio, assieme al partner di Hong Kong, Raymond Ng, Rabeanco ha oggi 15 negozi diretti nel Paese asiatico, con Taiwan secondo mercato. Nel 1993 Fibigio ha ceduto le quote al socio, mentre l’azienda ha cominciato a occuparsi di retail nel 2004 e da allora conosciuto una crescita dei volumi del 30% all’anno. Oggi si autodistribuisce in 16 Paesi attraverso 23 negozi e 50 in-store shop. Rabeanco è disegnata e prodotta in Asia, ma acquista in parte pelli italiane.I prezzi medi delle sue borse oscillano tra i 300 e 350 dollari, mentre la piccola pelletteria arriva ai 200. L’espansione internazionale oggi si focalizzata sugli Usa: “Il nostro obiettivo sono gli Stati Uniti e in parte la Cina – asserisce Elaine Sugimura, presidente di Rabeanco Usa – questo grazie all’attitudine al tipo di spesa di quei consumatori. Vogliamo essere presenti laddove esiste un’intensa cultura asiatica, quei cittadini cominciano a conoscerci dopo essere tornati a Taiwan, Cina, Hong Kong, Corea e Singapore. Non siamo forti nella pubblicità, la nostra strategia è basata sul consumatore che viene a trovarci”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati