Rimini, scoperto laboratorio clandestino di pelletteria

Una vecchia carrozzeria con relativo magazzino erano stati trasformati in un laboratorio clandestino di pelletteria. E’ la scoperta fatta a Rimini dai Carabinieri insieme al Nucleo Ispettorato del Lavoro e all’elicottero del Raggruppamento di Forlì. Negli alloggi posti al piano superiore sono stati identificati 32 cittadini cinesi, che vivevano ammassati in condizioni igieniche precarie e sovraffollamento. Uno degli stranieri è stato denunciato per la coltivazione di papaveri da oppio su una terrazza. Altri due cinesi sono stati sottoposti a procedura di espulsione in quanto clandestini. Numerose le irregolarità sulle norme della sicurezza del lavoro e contributive rilevate, ora al vaglio degli inquirenti. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati