Vuitton fa causa in Cina per una cover in pelle da tablet

Ammonta a ben 300 mila yuan (34.500), oltre a 25 mila yuan (2.900 euro) di spese legali, la richiesta di risarcimento per danno economico e di immagine presentata a Ji Zhibin, uomo d’affari cinese, da parte di Valerie Sonnier, rappresentante legale di Louis Vuitton in Cina. Ji, che gestiva uno store virtuale di articoli LV sul web, è sospettato di aver messo in commercio prodotti in pelle contraffatti recanti il logo del brand francese, tra cui cover in pelle per tablet. La denuncia è stata presentata presso il tribunale della città di Shenzhen, nella provincia del Guangdong. Li Menglong, avvocato incaricato di seguire la causa per Vuitton, ha ricordato come il brand sia stato registrato in Cina nel 1985, con l’autorizzazione ad essere utilizzato per 18 diversi prodotti, dai portafogli alle valigie. Gli articoli originali in questione vengono venduti in Cina solo nei negozi esclusivi e sul sito internet ufficiale. Il legale sostiene che Ji non è mai stato autorizzato a usare il brand LV nel paese, dove peraltro Vuitton non ha mai legato il suo nome a cover in pelle per tablet. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati