Galleria Vittorio Emanuele: 5 griffe in gara per 60 metri quadri

Galleria Vittorio Emanuele: 5 griffe in gara per 60 metri quadri

Cinque griffe per un solo spazio (commerciale). Mercoledì 10 giugno 2020 si è conclusa la prima fase per l’aggiudicazione di un negozio in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. In lizza per la prestigiosa location ci sono Sergio Rossi, Santoni, Damiani, Piquadro e Porsche Design.

Cinque griffe per un solo spazio

Il bando pubblico riguarda uno spazio di 60 metri quadrati in Galleria Vittorio Emanuele e il Comune di Milano l’ha lanciato a metà gennaio. La base d’asta è di 289.935 euro di affitto annuo. La gara avrebbe dovuto concludersi il 3 marzo, ma l’amministrazione ha posticipato la scadenza a causa dell’emergenza sanitaria. Le cinque griffe hanno depositato le loro offerte e il 10 giugno la Commissione ha accolto le loro proposte inviandole alla fase successiva durante la quale verrà valutata la proposta tecnica. Il passo successivo sarà la fase d’asta.

Il successo di febbraio

Lo scorso febbraio, poco prima di Covid, il Comune di Milano aveva concluso altre 2 gare. La prima ha visto Dior aggiudicarsi per 5,05 milioni di euro all’anno il locale da 324 metri quadrati fino a quel momento occupato da Versace. Mentre Fendi aveva strappato i 326 metri quadrati che erano di Armani per la cifra di 2,45 milioni di euro all’anno. Uno spazio su cui avevano messo gli occhi, tra gli altri, Tod’s, Salmoiraghi e Viganò, Damiani, Bottega Veneta e Prada.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati