Retail apocalypse (parte 2): Neiman Marcus investe sulla rivendita, Hudson’s Bay chiude Saks (in Europa), caos Sears

Neiman Marcus è il primo grande magazzino di lusso a investire nel mercato del second hand. Ha rilevato una quota di minoranza della società di e-commerce Fashionphile che compra e rivende borse e accessori di lusso usati. “Più della metà dei nostri clienti fa affari nel lusso usato e questa partnership esclusiva semplifica il nostro impegno a fornire ai clienti i servizi e le offerte che desiderano e di cui hanno bisogno” ha dichiarato Geoffroy van Raemdonck, ceo di Neiman Marcus.
Hudson’s Bay ha annunciato la chiusura degli store europei dell’insegna di proprietà Saks Fifth Avenue. Otto in totale: cinque in Germania e tre in Olanda. La decisione rientra nel piano di ristrutturazione commerciale, nonostante il trend di Saks sia positivo e in controtendenza rispetto a quello del gruppo.
Ancora “sorprese”, invece, per Sears. La “vecchia” società Sears Holdings ha citato in giudizio l’ex amministratore delegato, presidente e investitore Eddie Lampert e il suo hedge fund ESL Investments (oltre ad alcuni dirigenti e professionisti) per aver illegalmente fatto perdere valore a Sears prima della richiesta di accesso al Chapter 11. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati