Le sfilate a New York: mentre qualcuno ipotizza la cancellazione di quelle maschili, ecco cosa ha proposto la Donna

Le grandi fashion week, con l’eccezione forse di Parigi, sono ormai di fronte a un bivio: trovare una propria via per evolversi o rischiare di soccombere. New York non è da meno. Secondo alcuni rumors di stampa la kermesse maschile organizzata da CFDA (Council of Fashion Designers of America), lanciata poche stagioni fa e confinata ai primi giorni della fashion week femminile in un connubio co-ed, potrebbe essere addirittura sospesa nel 2020. Ma anche i défilé femminili newyorkesi stanno cercando una loro identità, complici le defezioni da parte di alcuni big (Calvin Klein, Tommy Hilfiger e Rodarte) e lo spazio dedicato alle nuove leve creative. Se per l’uomo il fil rouge è stato il ritorno del formale, seppur attualizzato, nella donna le proposte sono più variegate. Tory Burch ha rivisitato i classici del guardaroba grazie ad accostamenti di stampe floreali e di materiali diversi. Grandi protagoniste le maxiborse in pelle o tessuto. Wes Gordon per Carolina Herrera ha lavorato sul ringiovanimento dell’etichetta che fa capo alla galassia Puig con abiti dalle dimensioni ampie e colori decisi. Tripudio da parte della stampa da The Row, il marchio delle sorelle Mary-Kate e Ashley Olsen che puntano sul minimalismo nordico. Tra i pezzi chiave della collezione, i cappotti di pelle leggera. Jeremy Scott per il suo marchio eponimo ha portato in passerella total look per lui e per lei dominati da maxiscritte recuperate direttamente dal New York Post e dal New York Daily News. Tra le new entry di quest’edizione, lo show di Palm Angels, marchio di streetwear di Francesco Ragazzi. Per la prossima stagione invernale, l’etichetta fonde la sua anima street con la sartorialità italiana, con giacche squadrate e pantaloni a tubo, così come le camicette con volant in sangallo, ricordano gli anni Sessanta. Tra gli show andati in scena nel fine settimana, Longchamp con una collezione dove le fantasie animalier si alternano a losanghe e grafismi con il nuovo logo in bianco e nero sono accostati alle stampe. Protagonisti i booties in nappa o pitone e le borse con il nuovo logo LGP di Longchamp, ispirato agli artisti Bauhaus. Oggi è in programma lo show di Coach, mentre Michael Kors e Marc Jacobs sfileranno domani in chiusura di questa stagione di sfilate newyorkesi. (mb)

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati