Paris Fashion Week, eclettismo e colori fluo: dal punk di Raf Simons alla moda destrutturata di Rick Owens e Acne Studios

0

Le sfilate parigine volgono al termine attendono, in conclusione, le presentazioni di Lanvin, Balmain Homme, Paul Smith e Kenzo. Oltre alle collezioni dall’anima street, le passerelle di Parigi hanno ospitato anche una moda maschile sperimentale, dove l’uso dei materiali (pelle inclusa) è il frutto di una ricerca fuori dall’ordinario. È questo il caso di Raf Simons che ha proposto un défilé dal gusto punk con maglieria sfregiata, stampe-manifesto da cover di LP, piercing e canotte e accessori di pelle effetto rete delle lattine di birra. Originale nelle forme e negli abbinamenti anche la collezione Acne Studios ideata da Jonny Johansson che accosta superfici tech al lino e una morbida pelle. Tra gli eclettici non poteva mancare Rick Owens che riesce a stupire ogni volta con una moda destrutturata che ribalta la prospettiva della silhouette maschile con patchwork geometrici, top dall’effetto destroyed, marsupi da gamba, con ai piedi sandali e boots realizzati da Birkenstock. In generale ha spopolato l’uso di colori accesi e fluo, come nel coloratissimo universo militare anni ’50 ricreato da Junya Watanabe, oppure nel mondo eccentrico di stampe di Walter Van Beirendonck. (mvg)

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso