Danier Leather, troppo freddo non fa bene

Le temperature polari dello scorso inverno hanno penalizzato le vendite della canadese Danier Leather. Il terzo trimestre fiscale, chiuso il 29 marzo, mostra un calo del 17%, 31 milioni di dollari rispetto ai 37,4 dell’analogo periodo 2013. Su base annuale, il declino è del 7%. Nel consuntivo fiscale, l’azienda canadese spiega che le temperature sono scese a livelli storicamente mai registrati in alcune aree del Paese, dove la clientela ha richiesto giacche isolanti molto più pesanti della modelleria base di Danier. L’ampliamento delle collezioni fa parte della strategia futura del brand. “Le cifre sono deludenti, ma continuiamo ad effettuare quei cambiamenti che produrranno significative migliorie” ha sintetizzato il ceo, Jeffrey Wortsman. Danier, che vanta 89 rapporti nel wholesale (principalmente in Canada), festeggia invece i risultati della pelletteria, in cui il business “è aumentato di oltre il 30%, in parte dovuto agli investimenti del secondo trimestre e alle prestazioni delle borse”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati