Due piani per salvare American Apparel

Da una parte Paula Schneider, chief executive del retailer d’abbigliamento Usa, appoggiata da una cordata di hedge fund capitanata da Monarch Alternative Capital. Il piano prevede che i due principali creditori, trasformino i loro crediti in capitali aziendali. Dall’altra l’ex ceo Dov Charney, cacciato nell’estate del 2014 per “cattiva condotta”, sostenuto da Hagan Capital Group e Silver Creek Capital Partners. La proposta prevede un piano di rilancio da 320 milioni di dollari, in parte in equity e in parte in nuovi debiti. Proposta già respinta dal cda di American Apparel. E il tribunale fallimentare di Delaware rinvia la decisione per pensarci. Chi la spunterà? (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati