Happy Birthday YKK: la consociata italiana del gruppo giapponese festeggia 50 anni tra zip e cerniere

Cinquant’anni di chiusure lampo. YKK Italia, azienda leader nella produzione di cerniere. espositore di Lineapelle, ha festeggiato ieri il primo mezzo secolo di attività dello stabilimento di Prarolo, in provincia di Vercelli. Una festa in grande stile ospitata nel contesto di Palazzo Spinola a Milano, sede della Società del Giardino, a cui (nonostante da giugno abbia abbandonato le sue cariche) ha voluto partecipare anche Tadahiro Yoshida, presidente di YKK Corporation dal 1993 nonché amministratore delegato dal 2011. Fondata nel 1934 da Tadao Yoshida, YKK sbarcò in Italia nel 1968 fissando la casa madre a Pero e aprendo altri stabilimenti a Carpi, Sesto Fiorentino e Napoli. Il successo arrivò anno dopo anno, con un numero di dipendenti che passò dai 30 del 1968 ai 396 del 1979. “Penso con nostalgia a quel periodo e ai tanti viaggi fatti in Italia per sostenere la nascita dell’azienda” ha spiegato Yoshida questa mattina partecipando alla seduta del Consiglio Comunale di Vercelli. Una visita di piacere che si è trasformata anche in un’occasione concreta per YKK di dimostrare il proprio sostegno al territorio: il manager giapponese ha infatti donato un assegno di 20.000 euro all’amministrazione comunale (nella foto, tratta da tgvercelli.it), con il sindaco Maura Forte che ringraziando ha annunciato il loro utilizzo in ambito sociale e culturale. Un gesto che riflette i valori da sempre sostenuti dall’azienda: “Un’azienda è un membro importante della società, e in quanto tale deve coesistere con gli altri membri della società stessa. Il suo valore le verrà riconosciuto in base ai benefici che potrà condividere con gli altri” è infatti il pensiero sul quale Tadao Yoshida ha costruito YKK.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati