Numero 02

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

COVER STORY | Accessorio maschile
I primi verdetti
La stagione delle fiere e delle sfilate è solo all’inizio. Si comincia con Pitti e la Fashion Week londinese. Da quanto visto si possono trarre già alcune conclusioni sul ruolo della pelle.
Protagonisti a Firenze
La pelle consacrata come materiale d’eccellenza. La pelletteria che diventa un must anche per la moda maschile. La calzatura che cerca di andare oltre la sneaker. Il nostro report da Pitti Immagine Uomo 93.
45.000 paia, non di più
Il caso Barrett a Pitti Uomo 93, calzaturificio emiliano che rifiuta gli ordini per rispettare la propria filosofia aziendale centenaria: “La totale produzione interna è il nostro punto di forza in fatto di controllo qualità e flessibilità”.

GLI ALTRI SERVIZI
Genderless
Una settimana della moda ridotta all’essenziale. Tanti nomi emergenti. Pochi big. Circa 50 presentazioni dedicate al prossimo autunno-inverno 2018/2019. Ecco il nostro report per temi e immagini dalla London Fashion Week Men’s (6-8 gennaio).
L’addio e il ritorno
La giostra degli stilisti che coinvolge le griffe non si ferma. Tra i tanti giri di poltrona delle ultime settimane, due ci sembrano più significativi degli altri. O, come si ama dire ultimamente, disruptive. Phobe Philo esce da Cèline. Nathan Jenden torna da Diane Von Furstenberg.
Outsider israeliano
12 novembre 2017. Sul red carpet degli MTV EMA Awards di Londra, Noa Kirel indossa un estroso abito in pelle. Le immagini fanno il giro del mondo e consacrano lo stilista Ohad Krief come nuova promessa dello stile. Lo abbiamo intervistato.
Montblanc accelera
La griffe tedesca ringrazia gli accessori che “subiranno un’evoluzione più veloce grazie alla dinamicità della manifattura a Firenze”. Stesso destino per Fedon.
Pronti per UITIC
Brand, retailer, produttori e fornitori si confronteranno a Porto, il prossimo maggio, sull’impatto della civiltà digitale sulla filiera della scarpa. Agomeniti e prospettive.
10 anni per cambiare
Produceva scarpe per il mass market, ora punta sulla qualità. Non vende online. Il mercato di riferimento è l’Italia. Il 50% della produzione ha la suola in cuoio. La storia vincente di Green George.
95% è francese
Si chiude il percorso di acquisizione di Carismi. Ratificato l’8 gennaio il nuovo assetto, dopo il passaggio a Crédit Agricole, e il piano di rilancio.
È disponibile il nuovo CCNL concia
Il nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro della Concia è ora disponibile in edizione cartacea. Sottoscritto lo scorso 5 aprile da UNIC (Associazione Nazionale Industria Conciaria) e dalla piattaforma sindacale FILCTEM CGIL, FEMCA CISL e UILTEC UIL, il testo dell’accordo è stato sottoposto a revisione e reimpostato in un nuovo formato più agile e snello. Adesso UNIC mette il CCNL a disposizione delle aziende e dei loro lavoratori. Per informazioni e richieste, scrivere a sindacale@unic.it.
Cercando la normalità
JBS, la multinazionale brasiliana della carne, cerca nel 2018 la via d’uscita dall’impasse giudiziaria.
Pechino si incipria
Il governo cinese applica nel Guangdong una nuova tassa per la tutela ambientale. Mentre le concerie si fregiano degli attestati pubblici di sostenibilità. Intanto in obbligano alla chiusura 19 concerie, che dopo pochi giorni riaprono.

LE RUBRICHE
Il caso della settimana Twitter e scivoloni
La proroga Industria 4.0
Il numero
39
La classifica
Gimmi Baldinini
Il coloreChristian Louboutin
#laconceria125 – 15 gennaio 1900: tratto dalle nostre pagine dell’epoca
Scelte chimiche –
Il terzo aumento di Lanxess    |    Il laboratorio unico di TFL
Esportazioni a confronto – Calzatura: Portogallo, Vietnam, Indonesia
Russia –
Troppo Stato non serve alla carne
Attualità – Incendio australiano  |  Polemica argentina




 

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso