Numero 33

0

SCOPRI
I CONTENUTI
DELL’ULTIMO
NUMERO

Abbonati per visualizzare la rivista completa!

Se sei già abbonato, esegui il login adesso

scarica la versione demo

visualizza la versione demo

Presente. e il futuro?
Prima Burberry. Poi, in scia, ralph lauren e Tommy Hilfiger. Il see now buy now sembra inarrestabile. “Perché far aspettare i clienti?”. Ma l’alta moda si spacca: ricercatezza e attesa sono la quintessenza del lusso.
Rivoluzione e complicazione
Il see now buy now stravolge i calendari delle griffe. Le concerie si ritrovano con tempi compressi tra campionature e produzione. E devono gestire il lavoro just in time con quello ordinario. Buyer in attesa. Uomo impassibile.
E il vitello che fa?
Sul mercato è introvabile il paradosso dei conciatori: “Portiamo i clienti verso altri prodotti”. Il trader: “Gli allevamenti chiudono, ce ne sarà sempre meno”.
Tornano le piogge, calano i macelli
Dopo i record di conferimenti per la siccità, in Australia diminuiscono i conferimenti di bovini. Meno pelli piccole, crollano i vitelli. Mentre gli allevamenti ripopolano le mandrie, la filiera della pelle si prepara. Casino Hide Tanners: “Ci aspetta un biennio difficile”.
I dolori del cuoio
Il fondo in gomma e il dominio della sneaker mettono alle strette concerie e suolifici specializzati. Il problema dei pagamenti e i diktat delle griffe. Matteoli: “La suola in cuoio non è elitaria e di nicchia”. Ercoli: “Gomma più economica”. Mannini: “Il cuoio tornerà”.
Condividere best practice
Raccogliere idee, definire metodi d’analisi unificati, mettere d’accordo griffe e concerie. Promosso da UNIC, il CLEAR stila la tabella di marcia. Obiettivo: un protocollo condiviso sulla chimica della pelle.
Expo del lusso
I protagonisti della moda italiana siglano l’intesa per organizzare le fiere di settore in concomitanza con la fashion week di Milano. Scalfarotto: “Passo senza precedenti”.
(Ri)scatto fotografico
Inaugurata ad Arzignano la mostra che ha coinvolto due maestri di Magnum Photo nel progetto di raccontare per immagini l’orgoglio, l’impegno, il valore territoriale e la dignità culturale dell’industria conciaria vicentina.
DNA: pelle morbida
Dopo anni di lavoro con i grandi brand, Paola Brunazzi esordisce con la propria collezione di borse per donna: “L’agnello è il materiale più congeniale al mio stile”.

Il caso della settimana: Della Valle e il terremoto
Brasile: i bovini aumentano, le macellazioni no. Crollo argentino
L’Unione Europea produce di più
Osservatorio Qualità

 

 

 

 

 

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso