Né crisi, né opportunità | Fallimento lento

Un sospiro di sollievo: le difficoltà di GST non sono dell’intero automotive. Ma la frenata del player USA non apre frontiere di mercato alle concerie italiane. Nei suoi problemi di c’entrano i rovesci industriali. Ancor di più, la mancata cessione della proprietà giapponese e il ruolo del fornitore cinese, che prima corteggia e poi si tira indietro. Intanto l’auto va (specie il lusso).
Tratto da La Conceria, n. 35/2017. Clicca qui per scoprire tutti i contenuti.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati