105 anni che finiscono oggi: la conceria Motta Alfredo getta la spugna e porta tutta la produzione a Madrid

La notizia era nell’aria da tempo ed era circolata, con intensità crescente, tra i corridoi delle ultime edizioni di Lineapelle. Ora è confermata. Dopo un periodo di difficoltà, coinciso l’anno scorso con “l’uscita agevolata” di 11 dipendenti e il licenziamento di altri 4 (che portò ad alcune proteste e scioperi), la storica conceria Motta Alfredo di Cinisello Balsamo (anno di fondazione: 1912), alle porte di Milano, getta la spugna. I sindacati comunicano infatti che per 25 dipendenti partirà la Cassa Integrazione e che tutta la produzione (nappa ovina e scamosciato) sarà traslocata nella filiale spagnola (Motta Alfredo Iberia) di Talavera De La Reina, nei pressi di Madrid, dove già è gestita la produzione di doubleface. A Cinisello Balsamo dovrebbe rimanere attivo il minimo indispensabile: amministrazione, ufficio commerciale e campionatura.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati