Abruzzo: schiarita per Sixty, tensioni in Silda Invest

L’Abruzzo si sta dimostrando una regione calda non tanto per il clima torrido, quanto per due casi scottanti del settore moda: Sixty (nella foto, la collezione primavera/estate 2012) e Silda Invest (riconversione ex Golden Lady). Relativamente alla prima, dopo la recente approvazione da parte dei creditori della procedura di concordato, sono stati svelati i piani di rilancio che dovrebbero partire entro fine anno, quando sarà avviata la nuova società che dovrebbe reintegrare circa 50 dipendenti; altri 40 dovrebbero essere reintegrati da un’altra società che però, secondo i sindacati, ha tempi meno certi. Incerte le prospettive per i restanti 200. Ancora spine invece nel caso Silda Invest. In base all’accordo tra i sindacati e il calzaturificio Del Gatto di Porto Sant’Elpidio (socio della Silda), i lavoratori avrebbero ricevuto il pagamento delle spettanze entro la fine di luglio mentre l’azienda elpidiense avrebbe potuto aprire un varco nel presidio dei lavoratori per poter prelevare della merce all’interno del fabbricato industriale non soggetta a sequestro preventivo. Il prelievo di merce è avvenuto mentre, secondo quanto sostengono i sindacati, sarebbe arrivato il pagamento solo per 11 dipendenti su 115. Silda assicura che a breve saranno pagati tutti i lavoratori. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati