Accordo Acrib/Confcooperative, in Riviera del Brenta nasce il tomaificio sociale

Un accordo innovativo è stato siglato in Riviera del Brenta tra Acrib (associazione calzaturieri) e Confcooperative. L’obiettivo, cogliendo gli spunti del protocollo d’intesa siglato nel 2013 da Fondazione Altagamma e Confcooperative, è di recuperare risorse con esperienze lavorative nel settore calzaturiero, uscite negli ultimi anni dal mercato del lavoro a causa di chiusure e ristrutturazioni aziendali, per ricollocarle nel sistema attraverso la cooperazione sociale. È nata così una start up, che ha assunto 15 lavoratori (10 ex dipendenti di calzaturifici della zona, 4 giovani alla prima esperienza nel settore e 1 carcerato) avviando in un capannone di Vigonza (Padova) l’attività di taglio e orlatura per conto di due calzaturifici. Nel progetto sono stati coinvolti la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che ha finanziato i tirocini attraverso il Fondo Straordinario di Solidarietà, e Banca Prossima del gruppo Intesa SanPaolo, che ha finanziato gli investimenti iniziali. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati