Adelchi Sergio rinviato a giudizio per bancarotta fraudolenta

Sono bancarotta fraudolenta e false comunicazioni societarie le accuse di cui dovrà rispondere Sergio Adelchi, patron dell’ex colosso calzaturiero “La Nuova Adelchi” di Tricase. Secondo l’accusa, l’imprenditore avrebbe occultato, dissimulato, distrutto e dissipato circa 53 milioni di euro tra il 2008 e il 2009 (25 nel 2008 e il resto nel 2009). Un’operazione che sarebbe avvenuta attraverso la falsificazione dei bilanci relativi alla società Nuova Adelchi e che ha portato ingiusti profitti grazie all’occultamento dello stato d’insolvenza dell’azienda. Una parte del denaro sarebbe poi stata utilizzata per finanziare altre aziende riconducibili al gruppo Adelchi: Sky, Knk, Servizi Tecnici Aziendali. Lo stesso Adelchi Sergio, con i figli Sergio e Cinzia, rispettivamente amministratori unici di Servizi Tecnici Aziendali e Knk, è già stato rinviato a giudizio con l’accusa di “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche”. Per le nuove accuse il rinvio a giudizio è stato disposto dal gup del Tribunale di Lecce, Alcide Maritati, e il processo si aprirà il prossimo 7 ottobre. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati