Adidas, centro stile a Brooklyn per attrarre personale

Adidas ha difficoltà a convincere il personale creativo di futura assunzione a trasferirsi nel quartier generale di Herzogenaurach, una cittadina bavarese di 24 mila anime, il cui stile di vita è troppo quieto per le giovani generazioni addette a design, marketing e digital-media. L’azienda tedesca ammette inoltre che la delocalizzazione ha avvantaggiato Under Armour, secondo brand per vendite negli Usa dietro Nike. La risposta giunge con la creazione a Brooklyn di un centro di design a partire dal 2015 sotto la direzione del nuovo direttore creativo, Paul Gadio, che opera a Portland, dove Adidas ha il suo quartier generale statunitense (nella foto), forte di circa un migliaio di dipendenti (quello vicino di Nike ne ha otto volte in più). “Abbiamo bisogno di top talent che lavorino nel settore tech, marketing o in arrivo dai concorrenti. E abbiamo bisogno di farli operare all’interno di un’atmosfera che li stimoli e li attiri” ha dichiarato Steve Fogarty, responsabile Adidas per le assunzioni. La società a luglio ha deluso Wall Street col terzo avviso di profitti al ribasso dovuto all’andamento insoddisfacente del mercato Usa, soprattutto nel golf. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati