Anatocismo: Bnl condannata a risarcire Nuova Adelchi con 7 milioni di euro

Banca BNL è stata condannata a pagare a Nuova Adelchi spa e al Calzaturificio Adelchi oltre 7 milioni di euro per anatocismo, cioè gli interessi calcolati su altri interessi, che hanno provocato la crescita esponenziale del debito delle due aziende. BNL non solo dovrà corrispondere 6.271.614 euro, oltre agli interessi, a Nuova Adelchi e 415.460 euro al Calzaturificio Adelchi, ma non potrà vedere soddisfatta neppure la richiesta di farsi restituire 8.095.420 euro per fidi scoperti sui diversi conti correnti intestati alle due aziende. Questo è quanto deciso dal giudice del Tribunale civile di Lecce Anna Francesca Capone, a cui le due aziende si erano rivolte nel novembre 2009 assistite da Adusbef. Il giudice ha accertato le irregolarità di BNL “nella parte in cui ha applicato ai rapporti tassi di interesse ultralegali, capitalizzazione trimestrale degli interessi, spese di tenuta conto, commissioni di massimo scoperto e valute non pattuite”. Secondo Adusbef, senza le zavorre emerse dal ricalcolo delle indebite competenze bancarie imputate tra il 1982 e il 2009 il gruppo calzaturiero, dichiarato fallito quest’anno, avrebbe potuto sopravvivere. Secondo l’avvocato Antonio Tanza, vicepresidente nazionale dell’Associazione degli Utenti Servizi Bancari e Finanziari, che ha rappresentato Nuova Adelchi e Calzaturificio Adelchi: “Questa sentenza rappresenta un punto di riferimento per la salvezza di tutti quegli imprenditori in crisi che conservano ancora gli estratti conto, e che non sanno di avere tra le mani un tesoro, o meglio, la loro possibilità di svolta, recuperando il maltolto”. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati