Arriva in Italia StockX, la piattaforma USA per rivendere le sneaker (e di lusso) usate con le leggi della Finanza

La legge della domanda e dell’offerta per rivendere sneaker e beni di lusso e ottenere il prezzo migliore: usa le logiche del mercato azionario StockX, la piattaforma di reselling, pronta a sbarcare sul mercato italiano dell’e-commerce. Una eBay delle scarpe sportive di alta gamma e delle griffes, insomma, dove le transazioni avvengono come in Borsa, con tanto di listini e quotazioni, e dove è possibile fare affari se il bene ricercato è poco richiesto. Sull’home page di StockX, fondata a Detroit nel 2016 dallo startupper (e collezionista di sneaker) Josh Luber e da Dan Gilbert, presidente della squadra di basket statunitense Cleveland Cavaliers, campeggiano sneaker Nike e Adidas in primis, che fruttano in media 350 dollari e rappresentano il 20% del fatturato, ma negli anni scorsi StockX ha venduto, online, una Louis Vuitton per 70.000 dollari. Gucci e Chanel, insieme a Rolex, alcune delle firme presenti su StockX, che guarda con interesse al mercato italiano del lusso e che porta in dote dagli Stati Uniti 8 milioni di utenti unici al mese dichiarati e 2 milioni di dollari movimentati ogni giorno: ad ottobre 2018 StockX ha scelto Londra per aprire un Authentication Centre, ma l’idea è di realizzarne un altro nell’Europa orientale. (aa)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati