Baldinini crede nella Russia per “almeno 300 anni”


“Per 300 anni il mercato russo crescerà”. Lo ha detto ieri Gimmi Baldinini, il calzaturiere che ha fatto di Mosca la sua terra promessa da oltre trent’anni, con più di cento negozi all’attivo.

Baldinini ha prestato il volto alla località di Milano Marittima che per conquistare il mercato dell’ex Unione Sovietica ha realizzato una rivista, “MilanoMarittimaLife”, in lingua russa. Il magazine patinato sarà distribuito in una ventina di negozi monomarca di Baldinini, nelle città di Mosca e San Pietroburgo, con una tiratura di circa 15mila copie.
“I russi si conquistano con servizi di alto livello, vogliono spendere, ma l’offerta deve essere all’altezza – ha detto l’imprenditore – Basta un campionario sbagliato per mandare all’aria il lavoro di anni. È impensabile conquistare la clientela russa rimanendo in Italia. Milano Marittima ha fatto bene a fare questa operazione di marketing, che vede il mio appoggio: ha la moda, un’offerta turistica di alto livello, buoni ristoranti. Tutto il contrario di Rimini, che avrà sì l’aeroporto, ma è una città poco adatta al turismo del lusso”.
L’imprenditore di San Mauro Pascoli si è poi soffermato sulla clientela russa: “A Dubai ho otto negozi che lavorano quasi esclusivamente con loro. Sono località che fanno tendenza, un po’ come la Polonia, altro Paese emergente in Europa. Credetemi, fra qualche anno ne sentirete parlare”. (f.f.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati