Baldinini: “In Italia la burocrazia fa di tutto per ostacolarti”

Dopo giorni di silenzio, Gimmi Baldinini rompe il ghiaccio. E al solito lo fa senza peli sulla lingua, denunciando burocrazia e storture della politica di fronte all’ingiunzione di demolizione di una parte di magazzino non in regola con i permessi. “Il capannone in questione sarà inglobato nel permesso per l’ampliamento del comparto produttivo dell’azienda, che Comune di Savignano sul Rubicone e provincia stanno approvando dopo ben 11 anni di attesa – esordisce l’imprenditore – La mia azienda, di fronte a tale permesso, contribuirà in opere pubbliche per un importo di 1,2 milioni di euro. Per la cronaca, le opere pubbliche sono già avviate nonostante il permesso per l’ampliamento della fabbrica sia ancora in fase di approvazione”. Amare le considerazioni sulla vicenda: “Se avessi presentato questo progetto di sviluppo fuori dall’Italia mi avrebbero dato loro dei contributi, in Italia invece funzione al contrario: la burocrazia fa di tutto per ostacolarti”. (ff)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati