Bata India: crescono i profitti trimestrali, ma “troppo poco”

I profitti di Bata India sono cresciuti “di un modesto 3,8%” (634 milioni di dollari) nel secondo trimestre fiscale. Il direttore della divisione Nuovi Mercati del gruppo, Rajeev Gopalakrishnan, ha giustificato così il risultato: “L’attenzione è al momento destinata a qualità e crescita territoriale. Siamo in procinto di cambiare il format dei negozi e ne apriremo cento entro la fine dell’anno, tutti caratterizzati da un nuovo modello di design”. Per Bata l’India è un mercato strategico, oltre che storico, dove ha aperto 130 negozi nel 2013 e dove riveste il ruolo di maggior retailer calzaturiero nazionale, in virtù dei suoi 1.400 punti vendita distribuiti in 500 città. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati