Bilanci USA, tra chi vende di più (Hudson’s Bay Co e Abercrombie & Fitch), ma è in perdita, e chi vende meno (Caleres), ma fa utili

Le vendite aumentano, ma portano perdite per Hudson’s Bay Co e Abercrombie & Fitch. Invece, sono stabili, ma generano utili per le scarpe di Caleres. L’Europa contribuisce a mandare in rosso Hudson’s Bay Co che, negli USA, ha annunciato la chiusura di 10 dei 48 negozi dell’insegna Lord & Taylor entro 2019, compreso il flagship di Manhattan. Nel trimestre fiscale chiuso il 5 maggio, i ricavi di HBC sono stati pari a 3,09 miliardi di dollari (+1% sullo stesso periodo di un anno fa), ma i conti evidenziano una perdita di 400 milioni di dollari, quasi il doppio rispetto ai 221 milioni di un anno fa.
Altalena in Borsa per le azioni di Abercrombie & Fitch nonostante un buon primo trimestre, chiuso con vendite nette di 730,9 milioni di dollari (+11% rispetto allo scorso anno) e paragonabili in aumento del 5%. Il marchio Hollister ha fatto segnare +13%, Abercrombie +7%. Anche qui, però, bilancio in rosso per la perdita di 42,5 milioni di dollari rispetto ai 61,7 milioni dello scorso anno.
Infine, Caleres, gigante delle calzature con sede a Saint Louis, che ha archiviato il primo trimestre con vendite stabili: 632,1 milioni di dollari (+0,1%) su base annua. Le vendite del brand Famous Footwear sono diminuite dello 0,8%. Quelle degli altri brand in portafoglio sono invece aumentate dell’1,4%. “Il tardo inizio della primavera ha ritardato il sell out, ma, come previsto, quando è arrivata abbiamo osservato un immediato miglioramento, uno slancio che continua nel secondo trimestre” ha dichiarato Diane Sullivan, ceo e presidente di Caleres. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati