Boom cinese (+55%) per le calzature marchigiane

Export in crescita nel primo trimestre 2013 per gli articoli in pelle e calzature (+6,6%) secondo i dati diffusi da Confindustria Marche. Fanno da traino le vendite destinate in Russia, primo mercato di sbocco per le calzature marchigiane. I dati del 2013 forniti dal Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo segnalano che nel primo trimestre l’export di Fermo in Russia è cresciuto del 20%, con punte del +55% in Cina. “Grazie a questi straordinari risultati, Fermo ha registrato la miglior performance all’export nella prima parte dell’anno in corso tra i distretti calzaturieri italiani, +7,1% contro, ad esempio, +2,4% della Riviera del Brenta” ha affermato Giovanni Foresti, ufficio studi Intesa San Paolo. “Stati Uniti, Cina e Russia sono i tre mercati a maggior potenziale nel settore delle calzature” ha proseguito. “I risultati di Fermo non sono casuali, ma sono la conseguenza del buon posizionamento competitivo di un buon gruppo di imprese fermane sui mercati esteri”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati