Bracalente vuole tornare in Confindustria, ma ad Ascoli

Enrico Bracalente, patron della Bag, titolare del marchio Nero Giardini, cerca il rientro in Confindustria e, dopo i dissapori con Fermo, vuole iscriversi ad Ascoli Piceno attraverso la Giardini Style di Comunanza, che produce abbigliamento. Roma però lo stoppa, applicando alla lettera il regolamento.


“Per quanto ne sappia – sostiene il presidente di Confindustria Fermo, Andrea Santori – Roma avrebbe avvertito Ascoli sul regolamento che vieta simili iniziative; un imprenditore di un territorio può iscriversi anche a un’associazione di un’altra provincia dove si trova una sua azienda, ma deve essere iscritto a quella dell’azienda principale”.

L’azienda principale è sotto Fermo e sotto Fermo deve restare. O meglio: se si richiede l’iscrizione ad Ascoli, bisogna essere iscritti anche a Fermo. “In questa vicenda vedo l’aspetto positivo, l’intenzione di Bracalente di rientrare in Confindustria” commenta lo stesso Santori. “Non ci sono rancori e in quest’ultimo periodo ho sempre lavorato per un suo possibile rientro”.

Da viale dell’Astronomia sarebbe partita una lettera con destinazione Ascoli al fine di evitare una possibile ondata di ricorsi ai probiviri e garantire la correttezza dell’operazione. Ora bisognerà attendere la risposta di Bracalente: tornerà a Fermo? Rinuncerà definitivamente? O contesterà la decisione capitolina? (m.v.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati