Brenta: calzaturificio chiude e va in Macedonia

Dopo aver chiuso i propri tre stabilimenti in Veneto, la proprietà del calzaturificio Ca’ d’Oro di Fiesso d’Artico (Venezia) decide di puntare tutto sulla Macedonia. L’azienda principale, a cui erano collegati i calzaturifici Comm e Avatar, sempre con sede a Fiesso d’Artico, secondo quanto riferito ai media locali dall’esponente della Cgil Michele Pettenò, “da tempo aveva aperto in Macedonia la “Ka d’Oro” dove già da qualche mese veniva fatta la maggior parte dei pezzi per la realizzazione delle scarpe”. Ora il salto definitivo nel paese balcanico. Pettenò sostiene inoltre che “i dipendenti si sono ritrovati praticamente in strada dalla sera alla mattina e per una quindicina di loro mancano ancora all’appello quattro mensilità”. Ad aver perso il lavoro sarebbero una ventina di dipendenti diretti e una decina legati all’indotto. (art)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati