Carpi: Regina Shoes lancia le scarpe “fuori di testa” prodotte da disabili psichici

Le chiamano “Scarpe fuori di testa”, e giocano sulla doppia valenza del nome: la particolarità delle decorazioni, ma soprattutto perché a farle sono persone un po’ speciali, un gruppo di disabili psichici. A capo del progetto c’è l’azienda calzaturiera di Carpi, Regina Shoes, insieme alla struttura protetta “Il Faro” di Cesena gestita dalla cooperativa sociale Il Cigno. Da una parte, l’azienda che produce cinque modelli di calzature da donna, dall’altra, i giovani con disabilità intellettiva che le decorano. Il ricavato delle vendite viene destinato al sostegno della cooperativa sociale. Non manca l’ironia nella scelta dei nomi dei primi cinque modelli: “disforia”, “borderline”, “nevrastenia”, “panico” e, appunto, “fuori di testa”. La vendita per ora è limitata ad alcuni negozi della Romagna e si sviluppa soprattutto on line. Il progetto ha anche una pagina Facebook: “Scarpe da fuori di testa”. (ff)

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati