Cesare e Paola Paciotti indagati?

Cesare Paciotti e sua sorella Paola sarebbero indagati dalla Procura di Macerata per l’ipotesi di insolvenza fraudolenta e appropriazione indebita a seguito della denuncia presentata da Mauro Covarelli, titolare della Emmegi srl di Assisi, per una partita di merce spedita e non pagata. Nell’esposto (in cui si ipotizza anche il reato di truffa) si parla di un debito di 391mila euro per la lavorazione di capi di abbigliamento svolta per la Paciotti spa dal fornitore. Sempre secondo il documento, Paciotti aveva ordinato la lavorazione pur sapendo che non sarebbe stata in grado di pagare, viste le difficoltà finanziarie che sta attraversando il marchio. Le indagini sono state delegate dal procuratore capo del Tribunale di Macerata, Giovanni Giorgio, alla Guardia di Finanza di Civitanova Marche. “Cesare e Paola Paciotti, amministratori della Paciotti Spa non hanno ricevuto nessun avviso di essere sottoposti ad alcuna indagine e sono comunque sereni nell’affrontare nelle opportune sedi qualsiasi confronto con la magistratura, avendo provveduto ad attivare le procedure di legge proprio a tutela degli interessi di tutti i creditori per fronteggiare le difficoltà in cui si è trovata improvvisamente, a causa della mancata riscossione di ingentissimi crediti e di una inspiegabile stretta creditizia del sistema bancario” si legge nel comunicato diramato dall’azienda. Intanto il Tribunale maceratese ha concesso una proroga di circa un mese per risanare i conti dell’azienda civitanovese. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati