Cina: 700 mila paia di scarpe a fuoco, tre arresti

Dopo oltre un mese di indagini, la polizia di Guangzhou ha arrestato tre persone ritenute responsabili dell’incendio che il 15 dicembre scorso aveva danneggiato un palazzo di 25 piani ancora in costruzione, provocando la distruzione di oltre 700 mila paia di calzature, quasi tutte in pelle. Due degli arrestati, padre e figlio, dal 2000 affittavano illegalmente gli spazi interni dell’edificio, in origine destinato ad essere un centro commerciale, ma in seguito diventato deposito di scarpe. L’altra persona tratta in arresto è un elettricista, accusato di negligenza per non aver adottato tutte le misure previste in materia di normatìve anti-incendio. Le fiamme, durate un’intera notte, avevano riguardato più di 12 mila 500 mq di spazi interni, provocando un danno pari a oltre 40 milioni di yuan (circa 5 milioni di euro). Nell’occasione, non erano stati registrati né vittime né intossicati. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati