Cina, meno paia esportate ma fatturato in crescita

L’export della scarpa made in China è cresciuto in modo marginale (0,2%, 5,3 miliardi di paia) nei primi sei mesi del 2014 in quantità, ma il fatturato (24,5 miliardi di dollari) aumenta del 12,2% in valore. I dati sono stati diffusi oggi da Clia, l’associazione di categoria (China Leather Industry Association). Le scarpe in pelle prodotte sono 438 milioni, per un controvalore di 5,9 miliardi, con un incremento del 15,3% in volumi e del 19% in termini monetari. Soffrono i tradizionali poli calzaturieri, in particolare quello di Quanzhou (-3,6%, 230 milioni di paia in meno) nonostante un fatturato in crescita del 12,5%, così anche Wenzhou e Wenling, dove il declino in controvalore è risultato rispettivamente del 3,92% e 3,94%. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati