Civitanova, calzaturiere tenta la truffa: denuncia un finto furto di Suv, ma viene scoperto

E’ stato smascherato dalle forze dell’ordine un noto imprenditore calzaturiero di Civitanova Marche, M.B. di 49 anni, che aveva denunciato il furto di una Bmw X6 super accessoriata del valore di 90.000 euro per poter incassare il rimborso assicurativo. In realtà il furto non c’è mai stato, perché l’auto è stata intercettata mentre passava la frontiere ungherese guidata da un complice dello stesso imprenditore, un pregiudicato siciliano. Entrambi sono stati denunciati dalla polizia per simulazione di reato e truffa aggravata.

I fatti risalgono ai primi giorni del settembre scorso, quando l’industriale denunciò il furto del Suv parcheggiato sotto casa. L’imprenditore però aveva insospettito gli agenti perché la denuncia era stata presentata con alcuni giorni di ritardo e con la consegna di due telecomandi dell’auto, apparentemente uguali, ma con chiavi diverse. Così l’uomo si è tradito. Il Suv, concesso in leasing da una finanziaria della provincia di Cuneo, era stato volontariamente ceduto al pregiudicato al quale il calzaturiere, che avrebbe incassato i soldi dell’assicurazione, aveva dato una delle due chiavi originali. L’auto è stata individuata nei pressi del confine ungherese, condotta dal complice.
Nei giorni scorsi, a distanza di qualche mese, la Bmw X6 è rientrata in Italia è stata restituita alla società proprietaria. I due truffatori dovranno affrontare il processo. (m.v.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati