Colpo alla Zeis, duemila paia rubate. Pizzuti: “Zona industriale abbandonata”

I ladri hanno fatto visita al calzaturificio Zeis Excelsa di Montegranaro. Il furto è avvenuto nella notte tra domenica e lunedì. Secondo la ricostruzione di Cesare Pizzuti, uno dei titolari del calzaturificio: “Venerdì notte sono stati manomessi i sensori presenti nel cortile. I tecnici sarebbero dovuti venire a sistemarli lunedì. Invece, domenica notte, sono entrati tre ladri incappucciati, come si vede dalle riprese delle telecamere consegnate ai carabinieri. L’allarme è scattato, è arrivata la vigilanza privata ma non ha visto nulla. A quel punto sono rimasti quasi tre ore indisturbati in azienda”. Il bottino è di circa duemila paia di scarpe. Dura la reazione dello stesso Pizzuti. “Non è possibile andare avanti così. Ormai Villa Luciani (zona industriale dove ci sono diverse aziende, ndr) è stata presa di mira dai malviventi, i quali hanno capito che è abbandonata a se stessa. I ladri sono già venuti diverse volte qui in azienda e altrettante all’outlet. Una volta tocca a noi, una volta ad Alberto Guardiani, poi Rodolfo Zengarini e poche settimane fa ad Alvise Berdini. Non sappiamo più come difenderci. Tutti i sistemi sono inutili, dovremo venire a dormire qui dentro”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati