“Condotta contraria all’etica aziendale”: Clarks dimissiona il ceo Mike Shearwood

“Clarks ha recentemente appreso che alcuni aspetti della condotta, delle conversazioni e delle espressioni di Mr. Shearwood non sono stati all’altezza dei comportamenti attesi da tutti i suoi dipendenti in diverse occasioni”. Clarks spiega così l’improvviso divorzio dal suo ceo Mike Shearwood, che ha rassegnato le dimissioni (accettate) con effetto immediato. Shearwood era in carica da ottobre 2016 e ora il suo ruolo sarà ricoperto ad interim da Stella David, senior director dell’azienda. Al momento non si conoscono i dettagli delle accuse, con l’ex ceo che, raggiunto telefonicamente da Bloomberg, si è rifiutato di commentare la notizia. Clarks ha dichiarato di aver aperto un percorso di indagini interne dopo aver ricevuto lamentele da parte di “informatori” sul comportamento del suo ormai ex ceo. Comportamento che sarebbe stato “contrario all’etica aziendale”. Le dimissioni “forzate” di Shearwood sono le ultime legate a una sorta di “tsunami comportamentale” che sta travolgendo l’industria della moda e degli accessori. A giugno, solo per citare gli ultimi casi, per motivazioni simili sono stati “dimissionati” Paul Marciano (dal ruolo di presidente esecutivo di Guess) e Giovanni Morelli, direttore creativo di Stuart Weitzman.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati