Corridonia: omette soccorso e aggredisce i carabinieri, arrestato calzaturiere

Prima ha tamponato uno scooter, scappando via anziché fermarsi per soccorrere il conducente minorenne. Poi, una volta rintracciato dai Carabinieri, li avrebbe aggrediti. Così Luca Serafini, artigiano calzaturiere di 44 anni, è stato arrestato per omissione di soccorso, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L’episodio è accaduto Corridonia, in provincia di Macerata. Secondo le prime ricostruzioni, Serafini era a bordo della sua Audi A4 quando ha tamponato uno scooter, che è finito contro un muro. Il conducente, un ragazzo di 17 anni, è finito a terra, ma Serafini invece di fermarsi a soccorrerlo ha proseguito il suo percorso come se niente fosse accaduto. Il ragazzo, lievemente ferito, ha avvisato i carabinieri, che si sono messi subito sulle tracce dell’auto, in base alle indicazioni ricevute. Sono bastati pochi minuti per individuare l’auto e per verificare sulla carrozzeria i segni dell’incidente. I carabinieri sono così arrivati nell’abitazione di Serafini e lo hanno invitato a sottoporsi all’alcoltest. L’artigiano si sarebbe rifiutato prima con le parole, poi con i fatti. La situazione sarebbe sfuggita dal controllo, con Serafini che si sarebbe scagliato contro i carabinieri, due dei quali hanno riportato ferite alle braccia. Gli stessi hanno poi proceduto all’arresto dell’artigiano che, in attesa del processo per direttissima, è stato posto ai domiciliari. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati