Da 153 a 170 dollari al mese: in Cambogia aumentano gli stipendi per 780.000 lavoratori (calzatura compresa)

In Cambogia, l’Assemblea Nazionale ha approvato all’unanimità una nuova legge che fa aumentare il salario minimo nel principale settore manifatturiero del Paese, ovvero quello delle calzature e dell’abbigliamento, che coinvolge circa 780.000 lavoratori. La norma (30 articoli suddivisi in 6 capitoli) prevede una paga mensile minima pari a 170 dollari, in crescita rispetto alla precedente quota fissata per legge a 153 dollari. Nel 1997 il salario minimo era di 40 dollari al mese. Il Primo Ministro Samdech Techo Hun Sen si è detto soddisfatto per l’approvazione di questa normativa, in quanto è stato uno dei suoi cavalli di battaglia alle ultime elezioni. Tuttavia – ma dovrebbe essere solo una formalità – la nuova legge deve essere vagliata dal Senato per poi essere firmata (e quindi promulgata) dal re Norodom.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati