Dalle scarpe per minatori all’extra-comfort made in Italy: Sabatini cresce e per il futuro scommette sull’Asia

Dalla produzione di scarpe da lavoro per i minatori umbri a brand di successo nel campo della calzatura ortopedica. È la storia della Sabatini Calzature di San Giovanni di Baiano (Spoleto), che l’anno scorso ha festeggiato 120 anni di attività. Oggi l’azienda ha 35 dipendenti e ha chiuso il 2016 ad oltre 6 milioni di fatturato (+5% rispetto al 2015). “Non ci interessa lavorare dove il cliente è interessato solo al prezzo. Nel segmento ortopedico le persone hanno bisogno di scarpe capaci di rispondere al meglio alle loro esigenze di benessere e di salute” ha detto a BusinessPeople Federico Sabatini, di quarta generazione e general manager dell’azienda che distribuisce i prodotti in tutto il mondo e vorrebbe portare la quota export delle vendite dall’attuale 40 al 60% del fatturato. “Puntiamo l’Asia, dove il mercato del comfort viene percepito in maniera opportuna. I nostri prodotti, realizzati con pellami e suole italiane, in quelle zone possono davvero fare la differenza”, ha concluso Sabatini (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati