Daphne, gigante da 40 milioni di paia di scarpe, perde quota

Il gruppo taiwanese Daphne, fondato nella città di Taichung nel 1987, ha registrato una perdita consistente nel volume totale di vendite per quanto riguarda la prima metà del 2013, facendo segnare un -9,2% rispetto allo stesso periodo del 2012 per effetto del crollo di vendite (-13,7%) nel secondo trimestre. Per risalire la china da qui a fine anno, i dirigenti del gruppo hanno annunciato maggiori investimenti nella produzione di articoli dal rinnovato design e nuove iniziative nelle strategie di marketing. Daphne è uno dei brand di calzature per donna più conosciuti in Cina, dove è sbarcato nel 1990 e dove ora è presente in oltre 6.500 negozi all’interno del Paese. La produzione annua è di circa 40 milioni di paia di scarpe, affidate a una decina di stabilimenti controllati dalla società e ubicati tra Shanghai e la provincia del Fujian, per un totale di oltre 40 mila addetti. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati