Dramma a Civitanova Marche: tre suicidi, uno aveva lavorato nel calzaturiero

Apprende la notizia che sua sorella e il marito si sono impiccati e sotto choc decide di gettarsi in mare, annegando. E’ accaduto stamani a Civitanova Marche. Giuseppe Sopranzi, 73 anni, in pensione dopo aver lavorato per anni nel settore calzaturiero, viveva nell’abitazione della coppia. Il suo corpo, ormai senza vita, è stato ripescato dai Vigili del Fuoco, al molo sud. La sorella Anna Maria (68 anni) e il marito Romeo Dionisi (63 anni) si sono impiccati perché erano in gravi difficoltà economiche: non riuscivano a pagare l’affitto e avevano degli arretrati con il sistema previdenziale. L’uomo, muratore, aveva lavorato fino a settembre in un’impresa edile di Napoli ma non avrebbe percepito delle mensilità mentre la moglie era una ex artigiana con una modestissima pensione. I due corpi sono stati trovati da una vicina nel garage della loro abitazione. Hanno lasciato un biglietto di scuse in un’auto parcheggiata nei pressi della loro abitazione di via Calatafimi. (m.v.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati