Fermo, tomaifici cinesi nel mirino

Ennesimo giro di vite sui tomaifici gestiti dai cinesi nel distretto calzaturiero Fermano. Nell’operazione effettuata in questi giorni dal comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno tra Sant’Elpidio a Mare e Monte Urano, sono stati sanzionati cinque tomaifici per un totale di 30 mila euro e cinque cittadini cinesi sono stati denunciati per reati relativi al mancato rispetto della normativa sulla sicurezza sul lavoro, in particolare sulla violazione di norme antincendio. Le condizioni igienico-sanitarie trovate dai Vigili del Fuoco sono quelle “solite” con la promiscuità tra laboratorio, cucina e posti letto. In particolare su un laboratorio sono state rinvenute numerose bombole di gpl utilizzate per l’alimentazione di caldaie murali e cucine in difformità alle norme sulla sicurezza dell’utilizzo del gas. Una situazione pericolosissima sulla quale stanno ancora indagando i Vigili del Fuoco. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati