Ferrara, Lvmh limita i danni della crisi

Situazione pesante per economia e occupazione in provincia di Ferrara. I dati contenuti nel rapporto sul mercato del lavoro, presentati ieri in Provincia, vedono la diminuzione di circa 3 mila addetti (che si aggiungono a 2 mila già perduti nel 2011) nel settore privato. Il tasso di disoccupazione, in una provincia tradizionalmente benestante, supera l’11%, con punte del 40,5% tra i giovani al di sotto dei 26 anni. Unica eccezione, fatto salvo il caso dei servizi domestici (il cui +383 assunzioni dipende dalle politiche che favoriscono l’emersione dal nero), l’area pelle, con 48 nuove assunzioni: si tratta dell’effetto Lvmh. Il gruppo leader mondiale del lusso ha infatti avviato una serie di assunzioni in previsione del nuovo stabilimento di Manifattura Ferrarese (nella foto), l’azienda calzaturiera specializzata nell’uomo di lusso e che produce i marchi Berluti, Marc Jacobs, Stefano Bi e altri ancora. La futura e avveniristica sede produttiva sarà costruita nella periferia sud-est di Ferrara, in località Gaibanella, con termine dei lavori all’inizio del 2014.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati