Filanto: mobilità per 300 lavoratori Labor e Tecnosuole

La mobilità per i lavoratori di Labor e Tecnosuole sembra davvero essere l’ultimo atto per quel che un tempo era “il cluster Filanto”. La richiesta per attivare la mobilità dei 103 lavoratori di Labor e i 110 di Tecnosuole è partita venerdì scorso. Stessa sorte toccherà ai rimanenti 80 lavoratori di Filanto SpA e ai circa 20 di Italiana Pellami. Secondo quando è stato concordato con le associazioni sindacali si darà priorità ai lavoratori che dichiareranno volontariamente entro il 30 novembre la propria non opposizione alla procedura. La mobilità coprirà un periodo che va dai 3 ai 4 anni, a seconda dell’anzianità lavorativa maturata: dopo questo periodo gli interessati non percepiranno più alcun sussidio economico. Qualche minima speranza resta accesa per l’ultima azienda del gruppo, Leo Shoes, che dovrebbe attivare una nuova linea di lavorazione e assumere circa 30 lavoratori in mobilità. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati