Geox torna a crescere grazie all’Italia

Geox riparte dopo diversi trimestri in rosso. Nel primo semestre 2014 il gruppo di Montebelluna (Treviso) ha fatto registrare una crescita del fatturato del 4,1% grazie soprattutto al mercato italiano, dove ha messo a segno un incremento del 9,2%, seguito dall’Europa a +2,4%. L’Italia resta il mercato di riferimento del marchio di Montebelluna, con una quota del 33% sui ricavi del gruppo (32% nel primo semestre 2013) pari a 133,7 milioni. Ebit (risultato depurato dagli oneri finanziari) ed ebitda (margine operativo lordo) non decollano ma mantengono le posizioni, passando rispettivamente da 0,2 milioni di euro nel 2013 agli attuali 0,1 milioni e da 21,9 milioni dell’anno scorso ai 20,7 milioni di oggi. Geox raccoglie i primi frutti del maxi-piano di ristrutturazione varato nei mesi scorsi attraverso un’operazione guidata dall’amministratore delegato Giorgio Presca. Bene l’abbigliamento, ma anche le calzature, che rappresentano l’88% del fatturato totale, sono tornate a crescere: +2,8%. “Il prossimo semestre vedrà Geox nuovamente in crescita anche nel canale multimarca: la raccolta ordini per la stagione autunno/inverno 2014 mostra una buona performance dei mercati maturi e una incoraggiante espansione dei nuovi canali e mercati”, commenta nel comunicato il presidente e fondatore Mario Moretti Polegato. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati