Il caso Elza Wandler (che usa pelli italiane): famosa per la borsa Hortensia, ora tutti la corteggiano per le scarpe

Il successo è arrivato con le borse. E le borse, poi, hanno spianato la strada alle calzature. Le quali devono essere ancora lanciate, ma hanno già una bella lista di pretendenti: Net-A-Porter, Matches, Browns, Bergdorf Goodman, MyTheresa, Moda Operandi, Galeries Lafayette, Harvey Nichols e Lane Crawford. È la storia della stilista olandese Elza Wandler che ha lanciato il suo marchio omonimo due anni fa, sorprendendo il mercato con il modello Hortensia (it-bag che porta il nome della suocera), realizzata con pellame italiano e venduta da 635 a 875 euro. Dalle borse alle scarpe, dunque, il passo è stato facile e breve. La prima collezione griffata Wandler è composta da 5 modelli (ciascuno in 4 o 5 colori) a un prezzo di circa 400 euro. Le calzature sono confezionate in Riviera del Brenta con pelli italiane. “Perché solo modelli col tacco? Siamo nel bel mezzo della strage per mano delle sneaker” dichiara la stilista a Vogue UK, che poi specifica: “Non vorrei essere fraintesa. Corro per Amsterdam con le scarpe da ginnastica, ma ogni tanto mi piace indossare una scarpa un po’ sexy, se possiamo dire così. Male che vada farò delle scarpe flat, ma prima voglio esplorare il tacco”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati