In Cina vietano scarpe da bambino griffate: “Sono pericolose”

L’Amministrazione generale cinese per la Supervisione, l’Ispezione e la Quarantena dei prodotti ha reso noto che, nei primi 5 mesi di quest’anno, ha individuato e vietato l’ingresso nel Paese a migliaia di prodotti per bambini, come scarpe, vestiti, giocattoli e pannolini, importati principalmente da altri Paesi asiatici, ma anche dalla Spagna. Il motivo? L’eccessiva presenza di elementi potenzialmente pericolosi, come la formaldeide. In particolare, negli ultimi 3 mesi, l’Autorità ha esaminato 674 diverse partite di prodotti importati da India, Indonesia, Corea del Sud, Giappone: ben il 72% dei lotti non ha rispettato i limiti imposti in vigore nel territorio cinese. Tra le scarpe bloccate prima di accedere alla vendita sul mercato cinese, c’erano anche calzature di famosi brand internazionali come Armani, Gucci e Zara.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati