In piena selezione

Fascia media spacciata, medio/fine fuori target price. Cosa resterà della calzatura italiana? Lusso, piccoli marchi di alta qualità su mercati specifici (i marchigiani in Russia) e terzismo. Euro forte e tassazione hanno distrutto un settore trainante del made in Italy. Le scarpe più belle del mondo sono troppo care.
Tratto dal settimanale Mdp La Conceria, n.11/2013

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati