India, Tata triplica la produzione di scarpe

“Esiste un evidente mutamento nel mercato domestico indiano, particolarmente nelle giovani donne che lavorano: stanno abbandonando il sari per indossare gonne e pantaloni, per cui sta crescendo la richiesta di scarpe fashion”. O.K. Kaul, direttore del business internazionale di Tata International, spiega così la decisione di triplicare la fabbrica di Dewas, che produce anche per brand europei quali Peter Kaiser, Gabor, Ara, Lloyd, Zara e Mango.Tata al momento realizza 700 mila paia di calzature l’anno, ma l’obiettivo è arrivare a due milioni e mezzo, cifra che comporta l’assunzione di 4000 unità lavorative. Il centro studi e design dell’azienda indiana ha sede a Firenze. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati