La strana storia dei fratelli Arellano, che conquistano El Corte Inglés partendo dalla Cina



Si chiamano Vicente e David Arellano, sono fratelli e appartengono a una famiglia di calzaturieri di Elda (Spagna). Dopo la crisi di fine anni ‘90, causata principalmente dall’arrivo della calzatura cinese in Europa, presero una decisione controtendenza: non si limitarono a delocalizzare la produzione, ma si trasferirono direttamente a Shanghai. Nella città simbolo della Cina trendy, hanno aperto uno studio e hanno lanciato due marche, China Girl e Biezhen, con produzione locale e vendita internazionale. I fratelli Arellano hanno fondato il marchio China Girl, che si è imposto nel mercato cinese più di tendenza grazie alle sue linee moderne e colorate. Una filosofia, quella dei fratelli spagnoli, che si posiziona su una gamma media ed è attenta alle problematiche sociali. “Il governo di Pechino” dicono “è oggi più esigente per quel che riguarda la sicurezza del lavoratore, soprattutto nel distretto di Pudong, dove abbiamo la nostra produzione. In questa zona è prevista la costruzione del maggior Disney World del mondo”, ha dichiarato Vicente Arellano al quotidiano spagnolo Las Provincias. Il risultato di questa politica? Un’emigrazione di ritorno. A partire dalla prossima primavera, China Girl sarà commercializzata anche nei multimarca del gigante spagnolo della distribuzione El Corte Inglés. Tutto questo in attesa di lanciare un nuovo brand, Biezhen, destinato a una donna tra i 25 e i 40 anni, che sarà pronto per essere lanciato a fine anno. (m.b.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati